Marina Samson-Primachenko

pianoforte/accompagnamento

al pianoforte per gli strumenti ad arco

 

Nata in Russia a Leningrado, odierno San Pietroburgo, inizia a suonare il piano all'età di tre anni con sua madre, lei stessa una pianista professionista. Fa la sua prima apparizione in pubblico all'età di quattro anni. Segue gli studi con Elena Gougel, famosa didatta russa e allieva del grande Heinrich Neuhaus. All’età di sette anni entra nella Scuola Speciale per bambini prodigio presso il Conservatorio Statale di San Pietroburgo. Questa scuola ha prodotto grandi artisti come Daniil Shafran, Mischa Maisky, Gidon Kremer, Mariss Jansons, Grigory Sokolov, e molti altri.  All'età di quattordici anni vince il primo premio nella sezione "Gioventù Virtuosa di San Pietroburgo", interpretando il Primo concerto per pianoforte di Rachmaninov nella sua versione originale, segnando la sua prima esecuzione nel Philharmonic Hall della città . Alla fine dei suoi studi è ammessa al Conservatorio di San Pietroburgo (Rimsky-Korsakov), studiando nelle classi di Galina Fedorova (pianoforte solo), Felicia Fondaminskaya, Elena Shafran (musica da camera) e Sofia Vakman (accompagnamento). Si  laurea con massimo dei voti e la lode. Ha continuato i suoi studi a Mosca Lyubov Timofeyeva (allievo di Yakov Zak) e Boris Petruschansky (Lev Naumov e si è laureato da Heinrich Neuhaus), attualmente docente presso l'Accademia di Imola pianoforte in Italia. Nel 1991, si è trasferisce in Cecoslovacchia dove continua la sua carriera artistica ed educativa. Con sede in Francia dal 1993, dove i suoi antenati materni vivevano, Marina Samson-Primachenko ha tenuto numerosi recital, da solista con varie orchestre e come camerista. Nel 1994, vince il "Grand Prix" al Concorso Internazionale Pierre Lantier di Parigi. Suona regolarmente in Inghilterra, Germania, Repubblica Ceca, Svizzera, Ungheria, Italia e Francia. Attualmente è docente di Pianoforte Principale presso la "Schola Cantorum" di Parigi. Oltre a svolgere corsi di perfezionamento per giovani pianisti provenienti da tutta Europa, è anche membro di giuria in numerosi concorsi internazionali. Oltre a produrre il suo imponente repertorio (Bach, Haydn, Mozart, Schubert, Schumann, Chopin, Rachmaninov, Prokofiev, Shostakovich, Debussy, Ravel), Marina Samson-Primachenko  promuove al grande pubblico musicisti poco noti, come Fanny Mendelssohn, Martinu , Medtner, Weinberg o Boris Pasternak (Premio Nobel per la letteratura 1958). Per quest'ultimo, ha usato i manoscritti originali con il permesso e l'incoraggiamento di suo figlio.

 

Roman  Fedchuk

violino

 

Nasce in Ucraina nel 1970. A soli 11 anni, studente al Music College di St. Krushelnicka, Roman debutta con l'Orchestra Filarmonica di Lvov nel Concerto per Violino di Mendelsohn, venendo così ad essere considerato uno dei più promettenti talenti della sua generazione. Nel 1985 ottiene il suo primo successo internazionale alla Jan Kocian International Music Competition. Prosegue dunque gli studi al leggendario Conservatorio Tschaikovski di Mosca sotto la guida della professoressa Shihmurzaieva, beneficiando dei preziosi consigli di violinisti di calibro mondiale come Dmitrij Tzyganov e di Isaac Stern. Nel 1991 si distingue nel Concorso Internzionale "Vianna da Motta" di Lisbona, il 1992 è la volta del Prague Spring, segue il V. Hummel nel 1993, e la Gernbach International Music Competition nel 1996. Vive a Praga fin dal 1994 dove fonda l'Ensemble Internazionale Concertino, con la quale si esibisce con grande successo non solo nella Repubblica Ceca, ma in tutta Europa. Dai primi anni Novanta è regolarmente ospite dei più importanti festival musicali europei come l'Iserlohn (Germania 1991, 1992), il Tour (Francia 1993), il Chursachsische Sommer (Germania 1996), il Festival Internazionale della Musica e della Danza ad Ubeda (Spagna, 1997), Il Festival Musicale di Mosca (Russia, 1997 ), il Festivale della Boemia (Repubblica Ceca, 1998), il Festival Internazionale di Vaclav Jirovec (Repubblica Ceca, 2002), il Furth (Germania, 2007). Tra le sue collaborazioni annoveriamo quelle con la Filarmonica di Kyslovodsk, di Briansk e di Zagabria, e citiamo le sue performance con l'Orchestra Sinfonica della Boemia ed i Virtuosi di Praga. E ancora, collabora con la Filarmonica Ensemble Concertino di Mosca sotto la direzione di E.Bushkov, quindi con i Solisti di Mosca diretti da Y.Bashmet sia in qualità di primo violino che di solista. E' membro fondatore del Ludwig Piano Quartet con cui si esibisce dal 1999. Roman Fedchuk studia inoltre Direzione d'Orchestra in Romania presso la National University of Music di Bucharest con il professor Goya e come Direttore d'Orchestra ha tenuto numerosi concerti in Repubblica Ceca, Romania e Germania. La sua fama lo precede ed è invitato a collaborare con l'Orchestra Verdi di Milano, la Chursachsische Philharmonic Chamber Orchestra, e il Quintetto da Camera di Berlino come primo violino di spalla. Durante la sua carriera si esibisce in alcune delle più prestigiose sale da concerto del mondo come la Albert Hall, la Gewandhaus. Le performance di Roman Fedchuk con l'arpista Stania Ramesova - il duo "Renaissance" - ottengono un'enorme successo di pubblico non solo a Praga, ma anche a Genova, Ubeda, Odense, Mosca, Lvov. Nel giugno 1999 partecipa insieme a Stania Ramesov al Settimo Congresso Mondiale dell'Arpa a Praga e a quello successivo del Luglio 2002 a Ginevra. Insieme al soprano tedesco Regina Renzowa, solista del Volksoper di Vienna, incide nel 1997 "Masters of Romantic" che raccoglie composizioni del XIX and XX secolo. Nel giugno 2001 e nel settembre 2003, insieme a Stania Ramesov e Regina Renzowa si esibisce in un concerto-tourne in Giappone. E' datata maggio 2002 l'incisione dei Concerti per Violino di J.S. Bach. (CD che include i Quartetti per Pianoforte di J. Brahms A.Dvorak, 2003). Dal settembre del 2004 insegna presso il Conservatorio di Pilsen nella Repubblica Ceca.

 


Vito Imperato

violino

 

Nato a Catania, si è diplomato presso l’Istituto Musicale della sua città sotto la guida del Maestro Giacomo Caruso per poi proseguire gli studi di perfezionamento  a  Palermo con Piero Marabete , a Roma con Angelo Stefanato ed Arrigo Pelliccia e , quindi , presso “ l’Accademia Chigiana” di Siena e “ Le Conservatoire de Musique ” di Ginevra con Henryk Szeryng. Si è perfezionato inoltre nella prassi esecutiva della musica da camera con Marie Chantal De Buchy. Nel 1984 è risultato vincitore di concorso presso l ‘Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia e quella del Teatro dell’ Opera di Roma nonché, l’anno successivo, presso l‘Orchestra Sinfonica Siciliana nella quale ha ricoperto anche il posto di Concertino dei primi violini. Superate le audizioni internazionali per “ violino di spalla” , nel 1987 presso il Teatro Massimo Bellini di Catania e nel 1989 presso il Teatro dell’ Opera  di Roma, ha sostenuto questo ruolo  successivamente  anche presso l’ Orchestra Filarmonica Italiana , l’ Orchestra Sinfonica Siciliana, la Mediterranean Symphony Orchestra  ( in Italia ed all’ estero), I Cameristi della Scala  e  la  Tonhalle Symphony Orchestra di Zurigo. In qualità di solista ha suonato sia con l’orchestra della sua città natale che con i Solisti Aquilani a Terni, con l’ Orchestra Cantelli in Sala Verdi a Milano, con la Cairo Symphony Orchestra e con l’ Orchestra Sinfonica dello Stato del Messico. Ha vinto numerose rassegne violinistiche ed ha al suo attivo diverse registrazioni per la RAI . Ha svolto intensissima attività cameristica sia con la Nuova Orchestra da Camera di Catania, da lui stesso fondata, che con le più diverse formazioni strumentali,  collaborando con solisti di chiara fama quali, tra gli altri, Rocco Filippini, Alirio Diaz, Sergej Girshenko, Andràs Adorjàn, Antony Pay, Aiman Mussakhajayeva, Boris Petrushanshj, Mikhail Kugel, Igor Oistrakh ,  in Italia, Francia,  Svizzera, Spagna, Austria,  Germania, Turchia e Cina. Attualmente ricopre il ruolo di “ violino di spalla” presso l’ Orchestra dell ‘Ente Autonomo Regionale Vincenzo Bellini di Catania. E’ titolare di cattedra di violino presso l ‘Istituto Musicale “ Vincenzo Bellini”di Catania. Tiene seminari estivi  di perfezionamento in diverse parti d ‘Italia. Nel 2013 è stato insignito del prestigioso Premio “Domenico Danzuso” riservato ogni anno ad eminenti personalità del mondo della musica e della prosa. Suona un “Matteo Goffriller” del 1732.

Črtomir Šiškovič

violino/musica da camera/quartetto

 

nato a Trieste, ha studiato nella sua città con O. Kjuder e con C. Veronek a Ljubljana (Slovenia). Nel 1976 si diploma a pieni voti presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste, si perfeziona poi con Igor Ozim e con il Quartetto Amadeus di Colonia, dove consegue nel 1980 il diploma a pieni voti e menzione speciale presso la prestigiosa Musikhochschule. Nel 1982 segue altri corsi di perfezionamento con Franco Gulli e il Quartetto Borodin a Bloomington (Usa), con Max Rostal a Klagenfurt (Austria) e Viktor Pikaizen in Svizzera. In ambito cameristico si esibisce in numerose e prestigiose formazioni a livello internazionale, collaborando con musicisti del calibro di Franco Gulli, Kostantin Bogino, Michael Flaksman, Irena Grafenauer, Maria Graf, Igor Lazko, Davide Formisano, Radovan Vlatković. In qualità di solista si esibisce con importanti Orchestre quali Filarmonica di San Pietroburgo, Orchestra da Camera di Budapest, Filarmonica Slovena, Rheinische Philharmonie, Orchestra Sinfonica “A. Toscanini”, Cappella Istropolitana, Shizuoka Symphony Orchestra, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Paris Chamber Orchestra, Kyudai Philarmony Orchestra etc.. La sua intensa attività solistica lo porta a collaborare con prestigiosi direttori d’orchestra quali H. Soudant, G. Kuhn, F. Luisi, F. Brüggen, I. Domarkas, U. Lajovic, A. Nanut, M. Bamert, M. Tabachnik, L. Shambadal, L. Arnič, S. Tsutsumi. Compie numerose tournèe in tutta Europa, Stati Uniti, Giappone, Cina, Mongolia, Corea del Sud, suonando nelle più famose sale da concerto (Lingotto di Torino, Sala del Conservatorio Verdi di Milano, Beaux Arts di Bruxelles, The Ongaku No Tomo hall di Tokyo, Gewandhaus di Lipsia, Centro IRCAM di Parigi, Concertgebouw di Amsterdam, Rudolfinum di Praga, Filarmonica di Berlino, Filarmonica di S. Pietroburgo, Grand Theatre di Shanghai, Gran Ship Theatre di Shizuoka, Art Center (IBK hall) di Seoul, ACROS Concert Hall di Fukuoka etc.). Tournée in tutta Europa, USA, Giappone, Cina, Mongolia e Corea del Sud. Da oltre vent'anni si dedica con particolare interesse alla musica barocca, suonando con l'arco e il violino di quell'epoca. Ha inciso numerosi CD con musiche di G. Tartini e dei suoi allievi (tra cui spicca l'integrale delle 31 sonate per violino solo di G. Tartini). Ha al suo attivo numerose registrazioni radio televisive con RAI, RTV di Ljubljana, Zagreb e Beograd, RTV della Suisse Romande, Radio Nazionale Spagnola, Deutschlandfunk di Köln, RTV di Mosca e San Pietroburgo, Radio Ungherese, TV Cinese e Giapponese. Fin da giovane ha sempre suonato anche la viola. È stato membro del Quartetto con pianoforte Sloveno e attualmente suona la musica da camera in diverse formazioni. Come solista si esibisce in tutto il mondo con il Kammerensemble Cologne - Germania.

 

 
 

 


Iakov Guzman

violino/viola

 

Yakov Guzman è nato a Leningrado in Russia.Si è laureato al Conservatorio “Rimskij-Korsakov” della sua città nel 1977. Da bambino ha evidenziato i suoi doti straordinari esibendosi come solista in tutte le sale piu’ importanti leningradesi: Sala da Concerto”Finlandskij Voksal”, Sala della Cappella, le Sale Piccola “Glinka” e Grande” Shostakovich” della Filarmonica e anche nella Sala “Ciajkovskij” di Mosca. Ancora studente, comincia la sua attività didattica presso il Conservatorio di Petrozavodsk. E’ stato prima viola presso di: Teatro Lirico del Conservatorio, Orchestra della Filarmonica ,  Teatro “Mussorgskij”di Leningrado, orchestra da camera “I Solisti di San Pietroburgo”, Teatro d’Opera “Zazerkalje”, Orchestra del Festival a Menton (Francia) ed altri compagine orchestrali. Nel 1995 è stato invitato a far parte del celebre “Sankt-Petersburg Quartet” e con la sua entrata questo ensemble si piazza al 6° posto nella classifica mondiale dei quartetti d’arco. Con “Sankt-Petersburg Quartet”, nonché da solista con direttori come Temirkanov, Gergiev, Toyama, Kolobov, con altri musicisti come Misha Maisky, Yu. Bashmet, Barry Douglas, Boris Pergamenschikov, Al. Kniazev, A. Voskresensky,  Tony Aple, Erik Shumsky ed altri, M° Yakov Guzman si esibisce in numerosissime tournèe in America del Nord, in Europa ed in Asia; effettua incisioni CD negli studi della “Sony classical” ed altre case discografiche degli USA, della Gran Bretagna e della Russia; insegna nei Masterclasses in USA e Canada; suona nelle sale di prestigio come l’Albert Hall di Londra, Lincoln Center di New York, sale delle Università di Yelle, Oberlin e Prinston negli USA,  nelle piu’ importanti sale di Pietroburgo, Mosca ed altre città della sua patria.

 

 

Luigi De Giorgi

viola

 

Inizia gli studi musicali giovanissimo sotto la guida del nonno e maestro Salvatore Barone. Diplomatosi in Viola presso il Conservatorio di Musica “V. Bellini” di Palermo, segue i corsi di perfezionamento tenuti dai maestri Piero Farulli e Carlo Pozzi presso la Scuola di Musica di Fiesole e l'Orchestra Giovanile Italiana, con la quale effettua concerti in Italia, Ungheria e Repubblica Ceca. Vincitore di premi nazionali ed internazionali, ha tenuto numerosi concerti in qualità di Prima Viola con prestigiose formazioni cameristiche in Italia, Inghilterra, Polonia, Norvegia, Cina e per emittenti televisive quali R.A.I. e Mediaset. Dal 1994 collabora con l’Orchestra del Teatro Massimo Bellini di Catania, ricoprendo il ruolo di Prima Viola in diverse produzioni liriche e sinfoniche e partecipando a importanti tournèe in Russia, Giappone e Cina. Ha inoltre collaborato con l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, l’Orchestra Filarmonica Italiana, l’Orchestra Sinfonica Siciliana. Vanta esperienze con illustri direttori d’orchestra quali, Riccardo Muti, Carlo Maria Giulini, Yuri Temirkanov, Michel Plasson, Daniele Gatti, Alain Lombard.

E’stato docente di Viola con contratto di collaborazione presso gli "Istituti Superiori di Studi Musicali" di Catania e di Caltanissetta.

Nel 2011, tramite il Consiglio della Presidenza della Repubblica Italiana, riceve i ringraziamenti dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, per l’attività promossa dall’Italian Ensemble , gruppo musicale di cui è fondatore , in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

Dal 2015 è docente di Prassi Orchestrale, Violino e Viola presso la Note International Academy di Catania.

 

 


Vadim Pavlov

violoncello/musica da camera

 

Nato a San Pietroburgo (Russia). Ha studiato presso il Conservatorio della sua città nella classe di E.Fishman, il maestro di M. Maisky, B.Pergamenschikov ecc., si è diplomato nella classe di S.Roldugin, quindi ha conseguito il Dottorato di ricerca presso dell’Istituto di Pedagogia Musicale “Gnessin” come assistente del M° V.Berlinsky. Ha ricoperto il ruolo di Primo violoncello presso i vari compagini orchestrali come il Teatro da Camera di Leningrado, Orchestra Sinfonica Siciliana di Palermo,Orchestrale Regionale Toscana di Firenze,Orchestra Filarmonica de La Coruna (Spagna), Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino ecc.. E’ stato vincitore di diversi concorsi Internazionale tra cui “ Primavera di Praga”, “ Esecuzione Musicale di Ginevra”, “Perugia Classico”, etc.etc.. Attualmente ricopre la carica di Primo violoncello presso il Teatro Massimo Bellini di Catania. Regolarmente tiene i Masterclasses in Italia e all’estero.Incide per la Pentagramma, VideoRadio Classic, Hungaroton.
E’ Cavaliere dell’Ordine Mondiale di Scienze Musicali. E’ Direttore Artistico del Festival Internazionale di Musica da Camera “Le Belliniadi”.  Nel 2014 è stato insignito del Premio Nazionale per Alti meriti artistici “Domenico Danzuso”.  E’ docente al Conservatorio “F.Cilea ” di Reggio Calabria. Suona su un violoncello David Tecchler del 1700 affidatogli dalla Fondazione Pro Canale-ONLUS.

 

 

Davide Galaverna

contrabbasso

 

Si diploma presso il Conservatorio "A.Boito" di Parma,perfezionandosi successivamente con il M° F. Petracchi e con W. Guttler. Dopo gli studi inizia il percorso in orchestra suonando con le seguenti istituzioni musicali: Orchestra "A. Toscanini" di Parma, I Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia, Orchestra della Svizzera Italiana di Lugano, Orchestra "Haydn" di Trento e Bolzano, Orchestra dell'Arena di Verona,Orchestra RAI di Milano e Roma, Orchestra Regionale Toscana, Orchestra Sinfonica di Sanremo,Orchestra del Teatro Massimo di Palermo,Orchestra Sinfonica di Neuchatel. In ambito cameristico ha suonato in qualità di Primo contrabbasso con l'Orchestra da Camera Italiana diretta da S. Accardo,effettuando tournèe in Italia ed in Europa. Sempre in ambito cameristico ha fatto parte del prestigioso ensemble "I Solisti Veneti" diretti da Claudio Scimone, svolgendo anche qui tournèe in vari stati europei. Ha partecipato ad un importante ciclo di concerti in Germania ( Bonn, Colonia, Dusseldorf, Monaco) con i  "Virtuosi Italiani).

Dal 2010 forma un duo con la pianista Ketty Teriaca,con la quale effettua vari concerti in Italia.

Dal 2006 tiene corsi di perfezionamento a Montedoro (CL), e dal 2015 presso l'Accademia di Petralia Sottana (PA).  

Dal 1999 ricopre il ruolo di Primo contrabbasso presso l'Orchestra del Teatro Bellini di Catania. 

 

 

 


Alistair Sorley

accompagnamento al pianoforter per gli strumenti ad arco

 

E’ nato a Salisbury in Inghilterra. All'età di 16 anni ottiene una borsa di studio alla Royal Academy of Music di Londra, dove si diploma in violino e in pianoforte, e vince un premio per pianisti accompagnatori. E’ stato premiato nel Concorso Internazionale di Musica da Camera di Caltanissetta. All’Istituto Musicale Bellini di Catania si è diplomato con massimo dei voti e la lode come clavicembalista. Ha collaborato in Gran Bretagna sia come pianista accompagnatore sia come violinista, nelle illustre orchestre, teatri e festival come la BBC symphony orchestra, la English National Opera North, e la Scottish chamber orchestra, e in Italia nell'Orchestra Toscanini di Parma, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Massimo Bellini di Catania, dove lavora attualmente. Come pianista accompagnatore, clavicembalista e violinista, ha collaborato con  importanti artisti quali Jurgen Hess, Jorge Bolet, Ruggiero Ricci, Sergey Krylov, Natalia Korsakova, Ilya Konovalov, Boris Belkin, Uto Ughi, Pavel Berman, Dimitra Theodossiou, Josè Cura, Temirkanov, Oren, Lombard, David, Ranzani, Khun ,Yo-Yo Ma, Janos Starker, Julian LLoyd Webber, Misha Maisky, Mario Brunello, Giovanni Sollima, Evelyn Glennie. Ha partecipato, fra l’altro nell Edinburgh Festival, il BBC Promenade Festival, 'Festival Internazionale del Val di Noto- Magie Barocche' (nel quale ha suonato anche con il 'Kiev Baroque Consort') e 'Il Bellini nel Barocco', organizzato, a Catania dal Teatro Massimo Bellini, nonché nelle tournèe in Russia, Romania, Cina, Giappone. Ha suonato pianoforte per la compagnia Zappala danza negli spettacoli in Abruzzo e a Rio de Janeiro. E' stato pianista accompagnatore ufficiale per concorsi e masterclass importanti : il Concorso Internazionale di Canto Lirico "Marcello Giordani" , la Masterclass Rachmaninov per pianoforte e il Concorso Internazionale "Premio Bellini" a Catania.

 

 

 

 

 

 

Calogero Di Liberto

pianoforte

 

Vincitore dell' International Chopin Piano Competition di Corpus Christi (USA) e del Concorso Internazionale “Compositores de España” di Madrid, continua a riscuotere unanimi consensi di pubblico e di critica grazie al suo profondo carisma di comunicatore. Nel 2002 ha ottenuto l’Artist Diploma alla Texas Christian University di Fort Worth  (USA) dove ha studiato con Tamas Ungar e Harold Martina. Nel 2006, Di Liberto ha conseguito il Dottorato in Piano Performance alla Shepherd School of Music della prestigiosa Rice University di Houston (USA) sotto la guida di Jon Kimura Parker. La sua attività cameristica lo ha portato a collaborare con artisti del calibro del basso Simone Alaimo, del tenore Fabio Armiliato, dei baritoni Roberto Servile e Leo Nucci, del mezzosoprano Luciana D'Intino, del violinista Cristiano Rossi, dei violoncellisti Christoph Henkel e Gautier Capuçon. Si è esibito in Europa, negli Stati Uniti e in Asia. Tra gli appuntamenti più importanti si annoverano quelli alla Carnegie Hall e alla Columbia University di New York; al Kennedy Center di Washington; alla Zilkha Hall di Houston; alla Grosser Saal, alla Wiener Saal e al Solitär del Mozarteum di Salisburgo e in quindici diversi teatri da nord a sud della Cina. E' stato ospite del TCU Cliburn Istitute di Fort  Worth (USA), della Chopin Society of Texas di Corpus Christi (USA), della Woodlands Symphony Orchestra (USA), della Fundacion Juan March di Madrid, della Juventudes Musicales di Siviglia, della Societad Filarmonica de Segovia, della Kawai tedesca e italiana, del Mosel Festwochen (Germania), dell’Istituto Liszt di Bologna, della Televisione Slovena, della Rai, della Televisione Svizzera, dell’Associazione Ester Mazzoleni di Palermo, dell' Associazione Ernico Simbruina di Frosinone, del Festival Pianistico di Roma, degli Amici della Musica di Modica, del Festival International Echternach (Lussemburgo), del Festival di St. Prex (Svizzera), dello Joseph Haydn Konservatorium di Eisenstadt (Austria), dell’Accademia di Musica Ignacy Jan Paderewski di Poznań (Polonia) e del Jiangsu International Piano Master Music Festival di Nanjing (Cina).

Giuseppe Costantino

violino/propedeutica

 

 

Si è diplomato  nel 1990 sotto la guida del M° Luigi Rocca di Palermo; dal 1987 ha iniziato a frequentare i Corsi di qualificazione professionale per orchestra e musica da camera tenuti dai Maestri Giuseppe Prencipe, Carlo Pozzi, Piero FaruIli, Angelo Faja, Dario De Rosa e Renato Zanettovich presso la Scuola Superiore di musica "Ars Nova" di Palermo e successivamente presso la Scuola di Musica di Fiesole. Si è perfezionato seguendo i corsi individuali di violino tenuti dai Maestri G. Prencipe, G. Franzetti.G. Moench, S.Pagliani, F. Cusano. Dal 1990 svolge la propria attività professionale come Violino di fila con contratto a tempo indeterminato presso l’E.A. R. Teatro Bellini di Catania. Parallelamente in questi anni ha maturato diverse esperienze musicali di natura solistica e cameristica collaborando inoltre con l’Orchestra Filarmonica del Teatro Bellini  dove ha  ricoperto  anche il ruolo di Primo violino dei secondi. E' socio fondatore dell'orchestra da camera "I Nuovi Cameristi Italiani ensemble", gruppo nato nel 1992 inseno all'orchestra del Teatro Bellini, con il quale ha svolto una significativa attività concertistica avvalendosi della collaborazione di importanti solisti e direttori d'orchestra di fama internazionale; con la stessa ensemble ha partecipato nel 1992 al “Festival dei due mondi” di Spoleto. Collabora occasionalmente con l’Orchestra del Teatro comunale “F.Cilea” di Reggio Calabria nel ruolo di Primo violino dei secondi. Ha svolto per un decennio attività d’insegnamento con incarico annuale  presso l’Istituto musicale del comune di Caltagirone “P.Vinci” come docente di violino. Nel  2011 ha collaborato come coordinatore dei corsi e docente di violino con l’Associazione “Akhenaton” di Caltagirone nell’attuazione di corsi di musica annuali pre-accademici  in convenzione  con l’Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Caltanissetta presso il quale attualmente collabora come docente di violino.